Non esistono prove certe dell’invenzione degli occhiali in Oriente; si sa che comparvero in Cina, provenienti come dono del principe di Malacca Paramesward all’imperatore cinese Yong Lo, nel 1411; la Malacca era appunto sulla rotta delle vie commerciali con l?occidente , da cui quasi certamente provenivano le dieci paia regalate all’imperatore.

 

museo cancellaA parte questa piccola precisazione, vale la pena di approfondire il ruolo e il simbolo che gli occhiali assunsero, nei secoli, nella civiltà orientale e in quella cinese in particolare. Innanzitutto sono da prendere in esame i materiali con cui venivano fabbricati gli occhiali: la scelta non era dettata, come in Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo., da criteri di economicità o facilità di lavorazione, ma esclusivamente dal fatto che il materiale costruttivo fosse dotato di virtù carismatiche.

 

Così le montature venivano costruite in tartaruga, che essendo un animale longevo, dava a chi li indossava, a sua volta, longevità; inoltre le lenti erano molto spesso fabbricate in materiali quarzici, considerati a loro volta sacri, quali cristalli di rocca, quarzi sia bianchi sia affumicati, ametiste e topazi. Molto spesso queste lenti non sono gradhjgfj gfgh mjghg mhjguate, ma soltanto protettiv

 

Siamo spiacenti, non siamo riusciti a trovare la pagina che stavi cercando.
Vai alla Homepage >

Il Museo è gestito dalla Fondazione Museo dell'Occhiale onlus, istituita nel 1996, i cui organi sono il Presidente, i due Vice-Presidenti, il Consiglio di Amministrazione, il Comitato Scientifico, il Comitato Esecutivo e il Collegio dei Revisori dei Conti.

 

Il presidente è Vittorio Tabacchi. Nato a Belluno il 26 ottobre 1939. Diplomato Perito Industriale, ha frequentato diversi stages di specializzazione. Inizia a lavorare in Safilo il 2 gennaio 1970 con la qualifica di Dirigente. Dal 1974 al 1992, con la carica di Vice Presidente e Amministratore Delegato della Safilo S.p.A., ha seguito in particolare l'attività produttiva del Gruppo. Nominato Presidente del Gruppo Safilo dal Consiglio di Amministrazione del 18 maggio 1993, si è dedicato alla riorganizzazione ed alla ristrutturazione generale del Gruppo, in particolar modo le filiali nord-americane ed europee ed alla creazione di nuove filiali, fino al 2010.

 

Nel giugno 2004 l'Università di Padova gli ha conferito la Laurea Honoris Causa in Ingegneria Meccanica, come riconoscimento per l' impegno e la passione dimostrati nello studio di processi e materiali innovativi con l'intento di apportare miglioramenti qualitativi e aumenti quantitativi alla fabbricazione delle montature per occhiali.

Collezionista e appassionato d'arte.


Ideatore e fondatore nel 1989 del Museo dell'Occhiale di Pieve di Cadore

 

 

 

 

 

 

 

I percorsi del museo

I percorsi del museo

L'origine di questo straordinario strumento correttivo per la vista, declinato in luoghi e tempi diversi, e la storia del nostro territorio e dell'industria dell'occhiale in Cadore. Continua>

Curiosità

Curiosità

Ludus probatus elaboraret nam no, indoctum posidonium deterruisset ius ne, mea cu possit ullamcorper. Ius ne ullum liber, nam at diam perpetua, an quo putent prodesset.

Continua >


Aiuta il Museo dell’Occhiale

Aiuta il Museo dell’Occhiale

Vim te quas suavitate referrentur, in nec quando luptatum. Lucilius singulis mei et. Tantas laudem graece in nam.

Continua >

Il tuo 5 per mille?

Il tuo 5 per mille?

His ei voluptua suavitate, mea essent fierent an, an has fabulas gubergren appellantur. Sea etiam deserunt.

Continua >

Catalogo beni etnoantropologici

Catalogo beni etnoantropologici

La maggior parte dei reperti conservati nel Museo rientra nel Catalogo dei Beni Culturali della Regione del Veneto.

Continua >

Curiosità

Ci sono dei reperti davvero eccezionali, come questo piccolo cannocchiale nascosto all'interno di un profumatore per l'ambiente

Continua >